• Home

GIAPPONE: LA SCALATA AL MONTE FUJI

Cari #GiappoLovers, in tanti, tantissimi ci fate un sacco di domande sul Monte Fuji: è una scalata faticosa? In che mese è possible farla? Bisogna essere allenati? Devo avere delle scarpe o abiti particolari? Devo portare l’attrezzatura?

La scorsa estate la nostra Vice Presidente #AssKokeshi Simona さん e Alessandra (una nostra fedelissima #GiappoLovers che a Luglio sarà di nuovo con noi per il TOUR IN GIAPPONE "JAPAN ADVENTURE: IL MONTE FUJI" - AGOSTO 2015 sono partite all'avventura e hanno scalato il Monte Fuji: ecco il loro diario di viaggio di questa bellissima (e in parte faticosissima) esperienza.

Giappone, scalare il monte Fuji, diario di viaggio

 

Siamo Simona e Alessandra e decidiamo di intraprendere la scalata in notturna, partendo dalla stazione 5 di Fuji Subaru line.
Come in notturna? Sì, in notturna, perché il Fuji si può scalare solo nei mesi di Luglio e Agosto e di giorno il sole è troppo forte, ma partendo verso le 18 si arriva in vetta giusto in tempo per godersi il meraviglioso spettacolo dell’alba. 
Stazione 5? Sì, la stazione 5 è circa a 2300m, per cui ci rimangono 1400m di dislivello da percorrere per arrivare in vetta, il percorso da seguire è quello di Yoshida. Scegliamo la stazione di Fuji Subaru perché è più vicina a Kawakuchi ko dove abbiamo deciso di pernottare per questi tre giorni e perché, nel caso non arrivassimo fino in vetta, siamo sul lato giusto del Fuji per vedere l’alba. Avremmo potuto fare un’escursione da Tokyo, ma abbiamo scelto di fermarci nella zona dei 5 laghi e riposarci in qualche onsen in mezzo alla natura; c’è anche la possibilità di iniziare la salita un giorno prima e pernottare nel rifugio della stazione 7 o 8 (5000 yen circa) e poi ripartire la notte dopo per arrivare in vetta.

Dalla stazione di Kawakuchi ko prendiamo un autobus che in 50 minuti ci porta fino alla stazione 5. Più in alto di così non si arriva con le ruote, da questo livello in poi si può solo camminare. Ci siamo portate tanta acqua, qualche integratore e qualche snack. Per arrivare in vetta passeremo altre tre stazioni, ma ovviamente sul monte tutto costa di più. Scendiamo dall’autobus e ci troviamo già davanti ad un panorama mozzafiato.

All’inizio del percorso ci vengono chiesti 1000 yen che serviranno per il mantenimento del Fuji e ci viene rilasciata una spilla con l’immagine del monte.
Il sentiero è largo e pianeggiante ma dopo un po’ ci inoltriamo nella boscaglia e diventa più stretto e ripido per poi riaprirsi di nuovo, da qui in poi niente più alberi. Il sentiero è largo e ghiaioso, non ho proprio le scarpe più adatte, sarebbero meglio più alte, ma ho fatto benissimo a prendere il bastone dall’ostello, l’appoggio serve.
La sesta stazione ci appare davanti, non sembra così dura la scalata, l’importante è andare piano.

Piccola pausa e riprendiamo verso la stazione 7. Il sentiero si fa più ripido e stretto. Non c’è più ghiaia ma rocce e diventa un’arrampicata.
Ecco arriva un gruppo di giapponesi, ci salutiamo sorridendo, sul Fuji siamo tutti amici e tutti ci salutano. Arriviamo alla stazione 7 dopo aver fatto decisamente più fatica.
Brrrr, freddo? Sì sì, ma per fortuna siamo partite con vari strati, più si va in alto più diventa freddo, in vetta ci saranno 3 gradi. Che voglia di fumare, ma posso? Sì, le stazioni sono attrezzate di posacenere, bisogna vedere se il mio fiato regge, ma vengo incoraggiata da altri folli giapponesi che fumano davanti a me. Non mi sento sola, ma sul Fuji non si è mai soli. Che panorama stupendo, non mi ero accorta che le stelle fossero così vicine e la luna è piena, abbiamo scelto la nottata giusta!

Si riparte per la stazione 8, riaccendiamo la pila. La pila? Sì, non c’è illuminazione sul Fuji, per cui ci siamo attrezzate di pila e come noi tutti gli altri.
Il sentiero si fa sempre più ripido, forse era meglio non averla fumata quella sigaretta...Ma è impossibile scoraggiarsi, gruppi di giapponesi ben più datati di noi ci superano salutandoci allegramente.
L’arrampicata è sempre più ardua, ci fermiamo e prendiamo fiato, ma ecco che arriva una comitiva di giapponesi, ci salutano allegramente, due chiacchere e via si riparte con loro.
Finalmente si vede l’ottava stazione, ma perché c’è un Torii? Chiedo ad un giapponese della comitiva e mi spiega che per lo shintoismo il Fuji è luogo sacro.

Un ultimo sforzo e possiamo riposarci un po’, andare in bagno e indossare un altro maglione. Là in alto c’è il cratere.
Siamo in tanti ora, dall’ottava stazione in poi tutti i sentieri si riuniscono e si va tutti insieme verso la vetta. L’unione fa la forza, è proprio vero. Non ci rimane che salire, incoraggiate da tutte queste persone che stanno vivendo questa meravigliosa esperienza con noi. Ci sono stranieri e giapponesi, c’è chi porta una bandiera da piantare all’arrivo e chi ha con sé il suo bastone marchiato a fuoco coi simboli delle stazioni passate, ma siamo tutti una grande famiglia e ci sentiamo tutti fieri della nostra impresa.

Eccoci in punta, sono circa le 4:30 e siamo tutti distrutti ma soddisfatti. Ecco la luce, il sole si affaccia tra le nuvole, è così vicino, uno spettacolo mozzafiato che lascia senza parole. Per fare il giro del cratere ci vuole circa un’ora, ma noi siamo ufficialmente distrutte e non ce ne vergogniamo.
Il tempo di riposarci un po’ e iniziamo la discesa. Il sentiero non è lo stesso della salita, è largo e ghiaioso, qui le scarpe alte sono la scelta migliore, ora si vede tutto quello che durante la salita non si vedeva per il buio. Si vedono i laghi e la natura selvaggia del Fuji.

Dopo una lunga discesa ritorniamo alla stazione di Subaru dove riprendiamo l’autobus per tornare in ostello e ovviamente crolliamo dal sonno, ma stasera ci aspettano le onsen :)

Secondo un antico detto giapponese “chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi tuttavia lo scala due volte è un pazzo”. Siamo due pazze allora visto che abbiamo tutta l’intenzione di ripetere questa folle esperienza!!

Giappone, scalare il monte Fuji, diario di viaggio


Volete fare anche voi questa fantastica esperienza?
Venite in Giappone con noi, al nostro nuovo TOUR IN GIAPPONE "JAPAN ADVENTURE: IL MONTE FUJI" - AGOSTO 2015, le ISCRIZIONI SONO APERTE!

{youtube}FSWYdnyanMA{/youtube} 

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando questo sito sei d'accordo con l'utilizzo degli stessi. Maggiori informazioni. OK